Il formato RAW

Collapse Show info

15 Ott 2009 in Blog

Author : Vincenzo Bernardi

Tags: , , ,

Chiamato anche negativo digitale, il formato RAW è un particolare metodo di memorizzazione delle immagini digitali. Salvare in RAW permette di non avere perdite di qualità della registrazione, garantendo il massimo livello qualitativo possibile, in quanto non viene effettuata nessuna compressione restituendo l’immagine esattamente come è stata acquisita dal sensore. Vediamo nello specifico quali sono i principali punti di forza di questo formato proprietario.

  • Non distruttivo: se si modifica il jpeg al computer ci sarà una seconda conversione e quindi una piccola, seppure poco significativa perdita di informazioni, col RAW no.
  • Potenza del dettaglio: in una foto ben scattata si avrà una resa nel dettaglio superiore al jpeg che comprimendo, sacrifica i dettagli meno visibili.
  • Gamma dinamica: il RAW riesce ad immagazzinare una gamma dinamica più ampia e quindi coglierà luci più alte e ombre più scure rispetto a quanto farebbe un jpeg, mantenendo quindi un maggior dettaglio.
  • Nessuna perdita di dati: Ampia capacità di manipolazione in fase di post-produzione senza la perdita di dettaglio.Nel formato jpeg per esempio avviene una perdita progressiva di informazioni durante i vari processi di modifica/salvataggio.

I punti deboli (se così si possono definire) sono:

  • Il peso del file: il file RAW pesa mediamente 2 o 3 volte in più rispetto ad un jpeg e ciò riduce la capacità totale di scatti immagazzinabili nella memory card.
  • Il tempo di scrittura: il file RAW impiega più tempo ad essere  immagazzinato a causa del peso. In una reflex digitale ciò tipicamente implica il riempimento della memoria buffer e la conseguente riduzione della velocità nello scatto continuo.
  • Fase di post-produzione: Necessaria per la corretta visualizzazione del file.
  • Software specifici per l’elaborazione dei RAW. Personalmente utilizzo il convertitore RAW di Aperture, ma in alternativa esiste XnView un programma freewere molto utile e comodo per effettuare operazioni di ritocco, conversioni, etc. garantendo un’elevata compatibilità con moltissimi gff (graphic file formats). Presto pubblicherò una breve recensione su questo versatile programma.

Conclusioni: Conviene scattare in formato RAW, quando c’è bisogno del massimo dettaglio (targhe,cartelli,volti). Altrimenti si utilizza il Formato Jpeg (fine), garantendo così una maggiore autonomia di scatti.

Accorgimenti: Se si ha una grande quantità di spazio d’archiviazione (4/8 GB), si può impostare la reflex in modo che scatti simultaneamente sia in RAW che in Jpeg. In questo modo si può disporre sia di un’anteprima veloce (Jpeg) Sia del file originale (Raw) dove si potrà estrarre il particolare senza perdita di risoluzione.

RAW E JPEG A CONFRONTO 

Schermata 2014-01-21 alle 23.04.43

 Di seguito le impostazioni per la selezione del formato “NEF”( RAW di Nikon) all’interno del menù della Nikon D90, e la successiva visualizzazione nel display del pannello di controllo.

Schermata 2014-01-21 alle 23.04.51

Sorry, the comment form is closed at this time.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com